Corto Maltese compie cinquant’anni

La prima avventura di Corto Maltese risale al 1967. Hugo Pratt, il padre dell’affascinante personaggio veneziano, venne in contatto con Florenzo Ivaldi, l’editore della rivista Sgt. Kirk che tra il 1967 e il 1969 pubblicò la storia Una ballata del mare salato. Al suggestivo personaggio particolarmente legato alla città di Venezia si interessò anche Umberto Eco che firmò la prefazione della raccolta Bompiani Le etiopiche. Hugo Pratt, che scrisse anche alcuni romanzi di avventura, si trasferì in Svizzera, dove morì nel 1995, è considerato tra i più celebri autori di fumetti di tutti i tempi.

Corto Maltese

Corto Maltese è un elegante marinaio che, intorno al 1910, decide di abbandonare la vita legale per dedicarsi alla pirateria. Egli attraversa la storia del primo quarto del ventesimo secolo con disincanto, ironia e umanità. Ha amicizie in tutto il mondo ed è un uomo che si potrebbe definire “da bosco e da riviera” per via delle sue frequentazioni. Sia con personaggi del crimine che con persone al di sopra di ogni sospetto. Corto Maltese si schiera immancabilmente con i più deboli pur mantenendo insospettabili amicizie con spietati criminali come Rasputin o Venexiana Stevenson. In questi giorni il quotidiano la Reppubblica regala il racconto inedito Equatoria di Juan Diaz Canales e Ruben Pellejero.